Myrmecoxenia regia,

Pace, Roberto, 2009, Nuovi dati faunistici e tassonomici su Aleocharinae delle tribù Lomechusini, Hoplandriini, Oxypodini e Aleocharini del Sudamerica (Coleoptera, Staphylinidae), Beiträge Zur Entomologie = Contributions to Entomology 59 (1), pp. 133-173: 149-150

publication ID

http://doi.org/ 10.21248/contrib.entomol.59.1.133-173

DOI

http://doi.org/10.5281/zenodo.4751988

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/03B0D35A-FF9F-AC48-466B-FA439DA4CA86

treatment provided by

Carolina

scientific name

Myrmecoxenia regia
status

n. sp.

Myrmecoxenia regia  n. sp.

( Figg. 55-56View Figg)

Materiale tipico: Holotypus , Brasilien, Nova Teutonia , VI.1960, leg. F. Plaumann ( MB)  .

Descrizione:

Lunghezza 4,5 mm. Corpo lucidissimo e bruno-rossiccio con addome rossiccio; antenne brunorossicce con antennomeri basali secondo a quinto rossicci; zampe rossicce. Granulosità del capo e pronoto fine e saliente. Granuli delle elitre forti e salienti. Corpo interamente senza reticolazione. Pronoto con debole solco mediano e con due forti punti mediani disposti trasversalmente. Lato esterno delle elitre carenato. Quinto urotergo libero della femmina con debole tubercolo mediano posteriore tra una striatura longitudinale che all’indietro diviene sempre più fitta, così da dare una aspetto opaco alla superficie. Margine posteriore del sesto urotergo libero della femmina con quattro larghi denti triangolari. Spermateca fig. 56.

Comparazioni:

La nuova specie è distinta da M. pampeana LYNCH-ARRIBALZAGA, 1884  , dell’Argentina, per il capo più stretto del pronoto (capo largo quanto il pronoto in pampeana  ), per il colore brunorossiccio del capo (capo giallo-rossiccio, ma nero pece sul disco e sulla fronte in pampeana  ), per il terzo antennomero poco più lungo del secondo (quasi metà più lungo del secondo in pampeana  ), per il pronoto trasverso e senza solco basale trasverso (lungo quanto largo in pampeana  e con solco trasverso piuttosto forte alla base), per le elitre nettamente più lunghe del pronoto e non poco più lunghe del pronoto come in pampeana  .

Etimologia: La nuova specie prende nome di «regale» per l’eleganza del suo habitus.

MB

Universidade de Lisboa, Museu Bocage