Myrmelachista Zeledoni , Emery, C., 1896

Emery, C., 1896, Studi sulle formiche della fauna Neotropica., Bollettino della Societa Entomologica Italiana 28, pp. 33-107: 70-71

publication ID

3798

persistent identifier

http://treatment.plazi.org/id/5B3BE147-FF94-4031-7D4F-C1BFA07BDA5B

treatment provided by

Christiana

scientific name

Myrmelachista Zeledoni
status

n. sp.

Myrmelachista Zeledoni  HNS  n. sp.

[[ worker ]]. Tutta nera, fuorche le mandibole, la base del flagello, i ginocchi e i tarsi che sono rossicci. Capo e torace opachi, faccia occipitale del cranio e addome lucidi; peli ritti scarsissimi. Capo piu o meno quadrato, con margini laterali arcuati e angoli ritondati, fittamente striolato di sopra e con debole riflesso sericeo; verso l'estremo posteriore, la striatura si trasforma in un reticolo superficiale e la superficie diviene alquanto lucida; solco frontale distinto ma non profondo; area frontale striata e opaca; clipeo lucido, piu debolmente striato e fortemente convesso nel mezzo: mandibole lucide, grossolanamente striate e armate di 5 denti. Antenne di 10 articoli, piuttosto lunghe, lo scapo raggiunge la meta dello spazio tra l'occhio e l'angolo posteriore del capo; articoli 2 - 6 del flagello un poco piu grossi che lunghi. Torace opaco, con punteggiatura sottile e fitta, in parte striolato per la confluenza dei punti. Il dorso e fortemente impresso a meta del mesonoto, le stigme del mesotorace sporgenti dietro 1 ' impressione; metanoto convesso, alquanto gibboso. Squama del peduncolo piuttosto sottile, e quasi verticale, convessa d'innanzi, piatta indietro, col margine superiore inciso. L'addome propriamente detto debolmente lucido e sottilmente reticolato, con pubescenza rada. Zampe lucide e alquanto pubescenti. L. 2 1 / 2 - 2 2 / 3 mm.

E vicina alla M. Catharinae Mayr., ma alquanto piu grande e diversa pel colore nero e pel torace opaco.

Honda, Nuova Granata, raccolta da Thieme e mandatami dal Sig. R. Oberthuer. Altri esemplari furono raccolti in San Jose, Costa Rica dal Sig. Alfaro. Dedico la specie ai distinto ornitologo di Costa Rica, Sig. Jose Zeledon.